Impianto idroelettrico Ponte Brolla

L’impianto di Ponte Brolla sfrutta le acque dell’ultimo tratto del fiume Maggia, captate all’altezza di Avegno e turbinate dalla centrale posta all’imbocco della valle. Costruito tra il 1903 e il 1904 dall’allora Società Elettrica Locarnese e rinnovato una prima volta nel 1957, l’impianto di Ponte Brolla è passato sotto la gestione di AET nel 2002 a seguito della sua riversione.

Scarica la brochure

L'impianto

L’acqua captata ad Avegno viene immessa in un canale a pelo libero, in parte a cielo aperto e in parte in galleria, che ha uno sviluppo di 1’560 m. Al termine del canale troviamo una vasca di carico, che funge anche anche da dissabbiatore. Due condotte forzate lunghe 140 m collegano la vasca alla centrale, che si trova 40 m più in basso.

Impianto idroelettrico Ponte Brolla
2 turbine installate (Francis)
4 MW di potenza totale
14 GWh di produzione media annua
1904 anno di entrata in esercizio
3500 economie domestiche soddisfatte

La presa

L’impianto di Ponte Brolla sfrutta un bacino imbrifero di 592 km2 e utilizza le acque del fiume Maggia captate dalla presa di Avegno.

La centrale

La centrale di Ponte Brolla è dotata di due generatori da 1.9 MW azionati da turbine di tipo Francis ad asse verticale.

Scopri gli altri impianti

Parco Eolico del San Gottardo Impianto idroelettrico Lucendro Impianto idroelettrico Stalvedro Impianto idroelettrico Tremorgio Impianto idroelettrico Piottino Impianto idroelettrico Nuova Biaschina