Impianto idroelettrico Piottino

L’impianto del Piottino è il terzo anello della catena della Leventina, si sviluppa sul versante destro della valle e sfrutta il salto di 341 m delle gole che gli danno il nome. Realizzato tra il 1928 e il 1932 dalle Officine Elettriche Ticinesi è passato in gestione ad AET nel 1972 a seguito del suo riscatto da parte del Cantone.

Scarica la brochure

L'impianto

L’acqua raccolta nel bacino di Rodi viene immessa in una galleria scavata nella roccia, che segue la sponda destra della valle per 10 km convogliando i torrenti che incontra lungo il percorso. La galleria termina in una vasca di carico che si trova sopra la centrale, situata in località Moaglio nel territorio di Chironico. Da qui partono tre condotte forzate che raggiungono le turbine dopo un salto di 341 m.

Impianto idroelettrico Piottino
3 turbine installate (Francis)
67 MW di potenza totale
310 GWh di produzione media annua
1932 anno di entrata in esercizio
77500 economie domestiche soddisfatte

Il bacino

A monte dell’impianto si trova il bacino di Rodi, che è stato realizzato nel 1940 e ha una capienza di 130’000 m3. Vi confluiscono le acque del fiume Ticino captate dalla presa di Rodi e quelle rilasciate dalla centrale del Tremorgio.

La centrale

All’interno della centrale trovano posto tre gruppi di produzione con turbine di tipo Francis montate ad asse verticale, per una potenza complessiva di 67 MW.

La catena della Leventina

La catena della Leventina

Scopri gli altri impianti

Parco Eolico del San Gottardo Impianto idroelettrico Lucendro Impianto idroelettrico Stalvedro Impianto idroelettrico Tremorgio Impianto idroelettrico Nuova Biaschina Impianto idroelettrico Ponte Brolla